“Lungo i muri” mostra fotografica a cura di Pio Peruzzini

Pio Peruzzini Lungo i muri mostra fotografica

Venerdì 28 febbraio dalle ore 16:00, presso la galleria di “Officine Fotografiche” apre al pubblico la mostra di Pio Peruzzini dal titolo “Lungo i muri”. Durante la presentazione della mostra Pio dedicherà al pubblico due ore analizzando le fotografie e i maestri, intervenuti nel suo percorso di vita, che lo hanno portato alla realizzazzione di questo progetto.

La mostra presenta poco meno di cinquanta fotografie, realizzate da Peruzzini in quest’ultimo decennio. Il muro, i muri che l’artista propone, in questo vasto repertorio di scatti che, dal 2011, arriva all’anno in corso, rivelano quanto la sua fotografia insista sulla capacità che l’immagine ha di farsi narrazione, autonoma dal mondo che mette in posa.

Lo stesso Peruzzini afferma: “Queste foto abbracciano un periodo abbastanza lungo e sono state fatte in vari luoghi d’Italia ed in vari momenti o in diverse situazioni. In qualcuna di queste fotografie non è rappresentato un vero muro, ma solo l’idea della chiusura. Una incannucciata su una spiaggia è un ostacolo esile e fragile ma è anche la strada che permette alle lumache di arrampicarsi per trovare una soluzione vitale al loro essere. Il mare che si confonde con una larga spiaggia e che offre la battigia come sentiero o strada al venditore ambulante di colore è un muro d’acqua superato ed accogliente.”

Durante l’evento è possibile proveare diverse attrezzature fotografiche (come macchine fotografiche, flash, trigger,…) fornite da M&C Project di Tullio Ceppaglia.

Per visitare la mostra recarsi presso “Officine fotografiche” via del Commercio, Bellizzi (SA).


Pio Peruzzini fotografa dal 1978, attento a luoghi storici e tradizioni della Campania e del sud Italia. Collabora come free-lance con agenzie nazionali e con riviste specializzate nella valorizzazione del territorio, dell’arte e della cultura. Ha prodotto, nel tempo, un archivio ricchissimo di fotografie in analogico e da qualche anno si è piegato alle esigenze del sistema digitale, ertisti e autori  utilizzano le sue foto, per progetti d’arte di ampio respiro. Le sue immagini arricchiscono testi, cataloghi, libri d’artista.


Nel 2006 pubblica il libro fotografico Sguardi Circostanziata indagine sulla commistione fra sguardo umano e fissità vitree delle espressioni di soggetti sacri e profani. Opere d’arte, di autori non celebri, spesso sconosciuti, che arricchiscono l’Italia meridionale.


Del 2010 è il libro fotografico Santi madonne e sacrestie, una ricerca su tradizioni popolari e religiose del Sud, con particolare attenzione al Cilento e ad altre centri della regione Campania. È uno studio che intreccia il sacro e il profano nelle feste e nelle processioni. Fornisce immagini e collaborazioni a riviste e testate giornalistiche.
Vive a Bellizzi (SA).

 

Bookmark the permalink.

I commenti sono chiusi